NEWS

Newsletter N° 35
04 Febbraio 2019
NEWSLETTER

Newsletter N° 35

 

S.A.B.

              ASSSOCIAZIONE AMATORI DEL

            CANE DA PASTORE BERGAMASCO

 

 

MANTELLO MERLE

 

L’ENCI ha disposto il divieto di accoppiamento tra due soggetti portatori del carattere merleche limita la distribuzione del pigmento nel mantello, a salvaguardia della salute e del benessere degli animali allevati.

Le domande di accoppiamento e di nascita (modello A) tra due genitori con mantello merle non saranno più accettate dall’ENCI. Questo provvedimento da tempo già adottato in molti Paesi è stato adottato anche in Italia. Uno dei due genitori deve pertanto essere monocolore, mentre l’altro può essere grigio a macchie (pezzato, arlecchino, maculato o altre dizioni analoghe).

 

Il Colore merle è caratterizzato da grosse macchie o pezzature, di colore diluito chiaro, alternato con chiazze più scure con bordo strappato, non definito e frequentemente anche con macchie bianche, per esempio nero e grigio, grigio chiaro e grigio scuro, grigio chiaro e grigio scuro con sfumature Isabella (sable), con macchie di differenti tonalità, più chiare e più scure.

Questo carattere è dovuto al così detto gene merle (M)che regola la distribuzione del pigmento sulla superficie del corpo e nel mantello, non sempre è facilmente riconoscibile nell’adulto, più facilmente nel cucciolo. Il singolo filamento, il singolo pelo, può presentare più bande con presenza o meno di pigmento, collegate con le varie fasi di crescita del pelo.

 

Il gene merle si manifesta con dominanza a diverso grado di penetrazione (Mm; MM), i soggetti a mantello monocolore, con tinta unita sono (mm), gli eterozigoti sono di colore merle o pezzato (Mm), quelli omozigoti dominanti (MM)sono pure pezzati ma con depigmentazioni più o meno estese, facilmente riconoscibili per le pezzature chiare o bianche e depigmentazioni in particolare al tartufo,  all’iride e occhio gazzuolo con iride azzurra. Il colore merle è presente in molte razze di cani conduttori di bestiame: Bergamasco, Mudi, Boucheron; Bobtail, Rought Collie, Border Collie, Shetland, Australian sheepdog, Australian catteldog, pastore dei Pirenei, Welsh Corgi (Cardigan) e in poche altre razze non da pastore. E’ inoltre presente in molte popolazioni di cani da pastore rurali che lavorano con le greggi sulle nostre Alpi.

 

Lo Standard del Bergamascoprevede che il colore del mantello sia “grigio uniforme o a chiazze di tutte le gradazioni dalle più tenui di grigio fino al molto chiaro e al nero….” Ossia merle eterozigote (Mm).

Sono difetti da squalifica: la presenza di macchie bianche su una superfice del corpo che supera 1/5 della superfice totale del corpo, l’occhio gazzuolo, il naso con depigmentazioni, caratteristiche che caratterizzano i soggetti a doppio merle (MM)che pertanto vengono squalificati.

 

- L’accoppiamento tra due soggetti monocolore (mm) nero o grigio nato nero, produrrà solo soggetti monocolre.

- L’accoppiamento tra un soggetti monocolore (mm) e uno grigio a acchie (Mm) produrrà il 50% di cuccioli merle e il 50% monocolore.

- L’accoppiamento tra due soggetti grigi a macchie (Mm), produrrà il 50% di cuccio grigi a macchie (Mm), il 25% monocolore (mm), il 25% doppio merle (MM).

 

In soggetti MM sono state descritte patologie a carico del sistema Nervoso Centrale, alcuni soggetti possono manifestare sordità o anche cecità (microftalmo). E’ stato però ormai dimostrato con le ricerche di genetica molecolare l’importanza della specificità di razza nell’identificazione dei disordini genetici collegati a determinate mutazioni. Queste patologie si manifestano più facilmente in alcune razze, mentre non sono frequenti nel Bergamasco, ugualmente però è bene evitare l’accoppiamento tra due soggetti merle come prescritto dai regolamenti.

 

Ricerche recenti di genetica molecolare, hanno studiato ulteriormente e in più razze, l’allele responsabile di questo carattere PMEL o SILV e hanno identificato, quattro differenti varietà della mutazione che possono influenzare il grado di diluizione del pigmento nel mantello. Interessante sarebbe estendere questi studi anche al pastore bergamasco.

 

 

Prossimi appuntamenti

23 Febbraio ore 14:30 assemblea dei soci SAB a Casa del Giovane Bergamo 
9 marzo speciale alla expo Naz di Lodi che si terrà a Casteggio
14 aprile pomeriggio raduno a Montichiari alla int di Brescia

28 aprile Matera raduno ENCI razze italiane
1 maggio passeggiata in Città Alta Bergamo 
2 giugno Volta Mantovana, raduno ENCI razze italiane

29 settembre speciale all’expo int. del Gr. Cinofilo Bergamasco che si terrà a Ornago

5/6 ottobre raduno SAB a Bergolo CN giudice Sanbuco

 

Cambio segreteria

Dal 23 febbraio 2019 data dell’assemblea la segretaria SAB sarà affidata a

Michelle Belotti

Via Roma, 71- 24060 Gorlago (BG)

segreteria@pastore-bergamasco.net

Un grazie particolare a Fiamma che ha promesso sarà sempre tra di noi e che ringraziamo per il lavoro svolto.

 

RINNOVO TESSERA SOCIALE

Nulla è cambiato. Se non hai ancora provveduto ti invito a rinnovare la quota sociale di 30,00 euro, tramite versamento su CCBancario  intestato a: 
Associazione Amatori del Cane da Pastore Bergamasco- SAB
BANCA PROSSIMA C/C 1000000  IBAN : IT11G0335901600100000018345 Per accelerare i tempicomunica l’avvenuto versamento del rinnovo alla segretaria segreteria@pastore-bergamasco.net

 

 Sperando di vedervi numerosi ai prossimi appuntamenti

da parte mia personale e dell’intero consiglio

cordiali saluti e auguri per il nuovo anno

 

 Il Presidente

Luigi Guidobono Cavalchini






<-- torna alle news

CONTATTI

Via Leopardi n. 42
Magenta | 20013
MILANO
Copyright 2016 S.A.B. Associazione Amatori del Cane da Pastore Bergamasco | powered by:Eweb
Torna su